59 secondi di… stazione di Amburgo

Amburgo è nota per il porto, chiaro, ma anche la stazione è poderosa. Gran viavai.

Per l’ennesima puntata di “59 secondi di…”, la rubrica più aschenazita del campetto, un altro episodio fatto di soli cinquantanove secondi di qualsiasi cosa venga in mente a me o a voi, che abbia o meno un qualche significato intrinseco e che abbiate voglia di immortalare. Preferibilmente con i mezzi più ridotti possibile.

2 commenti su “59 secondi di… stazione di Amburgo

  1. Mi ha ricordato di quando, da piccolissimo, mio padre mi portava nel mio secondo luogo di svago preferito, la Stazione Centrale di Milano, a guardare i treni (il primo era la terrazza – sic! – dell’aeroporto di Linate).
    Grazie

  2. Esatto, uno dei motivi per cui ho fatto il video da lì è che, per una volta, non c’era il solito ignobile anche se comodo sottopasso ma la scala sopra e, quindi, vista favorita. E hai colto, mi ha ricordato quando il treno e i mezzi di trasporto erano una cosa che si andava a vedere punto. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.