ciao, caro leader

Mi mancherà. Mi mancherà quel suo sguardo, quella sua capacità di osservare le piccole cose (i cetrioli) e le cose grandi (missili), le cose utili (un’etichettatrice di dvd) o le cose futili (una miniera), mi mancherà la sua ispirazione e quella nobiltà di modi che anch’io, ispirandomi a lui, cerco di avere. Ed era tolo, tanto tolo, piccolo e tolo, povero lui.
E ora che lui non c’è tono tolo anche io.

Qualche bella immagine per ricordare il più bel paio di occhiali della storia politica del mondo:
[nggallery id=32]

Aggiornamento:
Anche l’erede, Kim Jong Um,  mi darà soddisfazioni, ne sono certo.

  • Dic 19th, 2011 at 12:11 | #1

    Il ritratto equestre neanche fosse Carlo V o Napoleone è veramente notevole. E sì, credo che l’erede ti/ci darà soddisfazioni.

  • Dic 19th, 2011 at 14:44 | #2

    mmm… il rampollo sembra dimostrare meno regale contegno e troppo interattivo interesse verso le cose… O forse Egli indica le cose?
    Spassosi titoli di oggi, che dicono circa “Muore Kim Jong Il, la Corea spara dei missili a corto raggio”. Sicuri non siano fuochi d’artificio per festeggiare?

  • Dic 21st, 2011 at 10:19 | #3

    Dal “Guardian”

    http://www.guardian.co.uk/world/shortcuts/2011/dec/19/kim-jong-il-things-never-knew

    dieci cose che non sapevate su KJI, cito il punto 3, fenomenale:

    3) In 1994, when he succeeded his father and “Eternal President” Kim Il-sung to lead North Korea, he was granted the first of more than 200 official titles. These included “Guiding Star of the 21st Century”, “Glorious General, Who Descended from Heaven”, “Amazing Politician”, “Ever-Victorious, Iron-Willed Commander” and “Highest Incarnation of the Revolutionary Comradely Love”.

  • trivigante
    Dic 21st, 2011 at 10:30 | #4

    Ahah, allora rincaro la dose: dal 1970 ‘Superior Person’, poi ‘Respected Leader’, ‘Wise Leader’, ‘Brilliant Leader’, ‘Unique Leader’ e finalmente ‘Dear Leader’, che significa: ‘who is a perfect incarnation of the appearance that a leader should have’. Ma non solo: dai primi Ottanta fu ‘Sun of the Communist Future’ e contemporaneamente ‘Shining Star of Paektu Mountain’ e ‘Guiding Sun Ray’. Gran titoli dal 1994, tra cui il fantastico ‘Beloved and Respected General’, poi mutato in ‘Beloved and Respected Leader’ per poi giungere al supremo: ‘The Great Sun of Life’.
    Da aggiungere alla lista di s|a la grandiosa variazione in ‘World Leader of The 21st Century’, poi ‘Peerless Leader’, il doppio ‘Bright Sun of the 21st Century’ e ‘Great Sun of the 21st Century’, e finalmente nel 2000 diventò ‘Great Man, Who Descended From Heaven’, che fa il paio con ‘Glorious General, Who Descended From Heaven’.
    E occhio a combatterci contro: egli era ‘Invincible and Ever-triumphant General’, ‘Great Defender’ e soprattutto – paura! – ‘Mastermind of the Revolution’.
    Le mie riverenze, supermaster ov ze iunivers.

  • Dic 21st, 2011 at 11:10 | #5

    Immagino ci fosse un apposito ufficio inventa epitteti roboanti.
    Da altri titoli accumulati, ho scoperto che oltre che invincibile a Mastermind era impossibile batterlo a tutta una serie di giochi:
    Ever-thiumphant at Risiko no-matter-which-goal;
    Greatest Monopolist at Monopoly;
    Shining Star of PES2012;
    Guiding Light and Supreme Architect of Briscola.

    Faceva anche le sciompe più grandi dagli scogli suscitando l’ammirazione delle giovani compagne coreane:
    Incomparable Sciomper-from-the-cliffs of the Universe.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*