The Who - Live at Leeds

Il pi bel disco live di sempre. Primo fatto indiscutibile: un live stupendo anche per il solo fatto che non contiene un solo fischio o un solo urlo della folla. E non era un pubblico di muti. Ottimo, i dischi laiv con il fragore del pubblico o, peggio, con i cori dagli spalti sono orribili. Secondo fatto indiscutibile: sono gli Who, non c' proprio paragone, nella sola "Fortune Teller" ci sono molte pi invenzioni e riffs di chitarra che nell'intera discografia di Jem & The Holograms, per fare un esempio calzante. Terzo fatto indiscutibile: Leeds dev'essere un posto discretamente cacoso. Bella forza a fare i bei live al Memorial Coliseum o a Wembley, che ci vuole? Il difficile suonare come si deve a Caino, o a Cemmo, o a Gratacasolo, con il pubblico che mangia il formaggio per stancare la bocca. Quarto fatto indiscutibile: dal vivo suonano esattamente come in studio, cio stronzissimamente bene, nonostante la registrazione e il missaggio dal vivo, che al tempo si facevano con un registratore due piste NSU Prinz montato su una capretta da latte semovente.
Tesi: il pi grande disco live di sempre. Antitesi: non vero. Sintesi: s, lo , taseperfavr. E i quattro fatti indiscutibili lo dimostrano.
(Trivigante, 07/07)

la musica di trivigante.it
ogni contenuto utilizzabile solo previa comunicazione - 2005.