Ted Leo & The Farmacist - Living with the living

Un merito: tra i pochi che fanno indie-rock (vuoldireuncazzo) senza che il cantante canti in falsetto. E non Ŕ mica poco, eh, basterebbe a proiettarli nell'empireo dell'indie-rock (vuoldireuncazzo). Un altro merito: pestano discretamente e i pezzi sono complessivamente abbastanza interessanti. Un demerito: come quasi tutte le band di indie-rock (vuoldireuncazzo), hanno un evidente problema con il cantante, vale a dire che ha una qualche grave carenza di personalitÓ musicale, di verve e di capacitÓ di interpretare generi diversi. Se le chitarre e le ritmiche suonano identiche in tutte le band di indie-rock (vuoldireuncazzo), si pu˛ tollerare, in fin dei conti Ŕ una specie di genere musicale, per˛ l'assenza dalla scena di cantanti veri comincia a farsi cronica. Ted Leo (immagino sia il cantante) non fa eccezione, nonostante sia uno dei migliori dell'ambiente indie-rock (vuoldireuncazzo).
Voglio un Ian Gillian, un Roger Daltrey, un Robert Plant.
(Trivigante, 07/07)

la musica di trivigante.it
ogni contenuto Ŕ utilizzabile solo previa comunicazione - 2005.